Sposiparma.it
 Spazio Aziende:
 Cerca Azienda: Cerca per Categoria | Aggiungi la tua Azienda | Pubblicità su BussetoWeb.it

 

LINK

Parmigiano Reggiano
Cesti Natalizi
Gruppi Tramelli
Foreuse
Hotel Fontermosa
Prodotti Tipici Marketing
Tipic Hotels
Remifemin

LA CITTA'

Chiese
Musei
Teatro
Conf.&Convegni
Premi&Concorsi
Varie

SERVIZI

Municipio
NumeriUtili
Trasporti
Posta
Farmacie
Annunci   Immobiliari   Busseto

TURISMO

Stradario
Storia

VARIE

Home
Chi Siamo
Links
Suggerimenti?
E-mail


 
 TEATRO

 


Nel 1856 il Comune acquistò la rocca per ricostruirvi il teatro, che fu dedicato a Giuseppe Verdi ed inaugurato il 15 agosto 1868. In precedenza era esistito un altro teatro, proprio nel medesimo luogo. Verdi vi si era esibito in gioventù, dirigendo una sinfonia per il Barbiere di Siviglia di Rossini. L'idea di costruire un nuovo teatro era circolata in paese già nel 1845 ma il progetto era stato temporaneamente accantonato. La costruzione avvenne negli anni compresi tra il 1856 e il 1868, nonostante il parere contrario del Maestro. Egli era in contrasto con i bussetani per la loro invadenza nella sua sfera privata e perché riteneva il nuovo teatro "di troppa spesa e inutile nell'avvenire". Così, all'inaugurazione solenne del 15 agosto 1868, quando, per onorarlo, quasi tutte le signore si vestirono di verde mentre per i signori il verde fu d'obbligo nelle cravatte, egli era vistosamente assente, benché venissero nell'occasione allestite due sue opere: Un ballo in maschera e Rigoletto. Anche in seguito si guardò bene dal mettervi piede, pur avendo offerto la notevole cifra di £. 10.000 per la sua costruzione e pur possedendovi un palco. Al Teatro, progettato dall'Architetto Pier Luigi Montecchini, si accede dal portico, salendo poi lo scalone ornato da un busto verdiano di Giovanni Dupré; le decorazioni sono dei parmensi Giuseppe Baisi e Alessandro Malpeli, mentre i medaglioni del soffitto, raffiguranti la Commedia, la Tragedia, il Melodramma e il Dramma romantico, sono opera del bussetano Isacco Gioacchino Levi (1865). Interessanti anche le sale del ridotto, con tribuna e grande specchiera dorate da Giuseppe Carletti. In 133 anni di attività il Teatro ha rappresentato quasi tutte le opere verdiane, talora con realizzazioni d'importanza internazionale, come le memorabili stagioni del 1913 in occasione del centenario della nascita del Maestro e nel 1926 in occasione del venticinquesimo della morte in cui Arturo Toscanini diresse le opere Falstaff e La traviata. Dotato fin dall'origine di ogni più funzionale struttura, il Teatro è stato recentemente restaurato, messo a norma e riaperto; la sua capienza è di circa 300 persone. Già nell'anno 2000 vi è stata programmata una stagione invernale e nel 2001 in occasione del centenario della morte di Giuseppe Verdi (1901-2001) nel ricco calendario teatrale sono spiccate l'opera Aida con la regia del Maestro Franco Zeffirelli e la direzione artistica del Maestro Carlo Bergonzi e l'opera Falstaff diretta dal Maestro Riccardo Muti con Coro e Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. La scala esterna di sicurezza, progettata dall'Arch. Pierluigi Cervellati, si ispira ad un disegno di Leonardo da Vinci.


Contenzioso Studio Commercialisti
La Ricetta
 
Ogni giorno una ricetta diversa, per creare menù semplici ed appetitosi.
 
     

First Point Informatica
  Altri Siti  
 
Terreverdiane.it
Verdi Sapori

Busseto Web
Felino Web
Fidenza Web
Fontanellato Web
Fontevivo Web
Noceto Web
Polesine Web
Salso Web
 Soragna Web
 Zibello Web
Fontanellato Web
Roccabianca Web
• Sissa Web
• Trecasali Web

 
     

  L'Oroscopo  
 

Nuovo tutti i giorni, in collaborazione con Oroscopofree.

 
 


 

  I Cinema  
 

Tutti i cinema delle province di Parma e Piacenza.


 
 


 


Home
| Aziende | e-Mail

Web Design by Cities Web ©
All rights reserved Cities Web 2001.