Spazio Aziende:
 

 

LA CITTA'

 
SERVIZI

 
TURISMO

 
VARIE

 


Come organizzare gli scatoloni per il trasloco

 

La fase più impegnativa del trasloco è l’imballo degli oggetti e la preparazione degli scatoloni. Molte persone, per risparmiare, scelgono il fai da te. Se inscatolati nel modo sbagliato, però, gli oggetti e i complementi di arredo si potrebbero danneggiare con facilità, tipicamente nella fase di trasporto.

Tutte le aziende di traslochi, con un sovrapprezzo, si occupano anche dell’imballaggio degli oggetti più piccoli e delicati. La ditta Lazzari Traslochi, per esempio, oltre a imballare a regola d’arte tutti gli oggetti, grandi e piccoli, usa anche furgoni imbottiti per il trasporto. Ma se vuoi evitare di affidare le cose più delicate ad akltre persone, cerca almeno di fare tutto per bene.

Come scegliere gli scatoloni giusti Le scatole di cartone migliori per il tuo trasloco sono quelle non troppo grandi ma abbastanza resistenti per sopportare almeno 4 o 5 chili - è meglio non superare i 20 chili, in ogni caso. L’importante è che gli scatoloni siano affidabili: se noti che il fondo cede ancor prima di aver riempito tutta la scatola, meglio non rischiare.
Su Internet e nei negozi specializzati, come Leroy Merlin, puoi trovare con facilità scatoloni in cartone adatti per i traslochi e il trasporto di oggetti. In alternativa, puoi sempre ricorrere al fai da te, raccogliendo i cartoni, per esempio, dai magazzini dei supermercati.

Cos’altro serve per preparare gli scatoloni
Fai scorta di carta da giornale, indispensabile per imballare gli oggetti più delicati, o di stracci usati. L’alternativa, ancora migliore, è il pluriboll, il materiale in plastica con le bolle d’aria, perfetto per evitare di danneggiare alcunché. In più, acquista delle etichette adesive, un pennarello e tanto nastro adesivo, quello spesso e resistente - non pensare di chiudere i tuoi scatoloni con dello scotch sottile.

Il modo più intelligente per riempire le scatole
Evita di riempire troppo gli scatoloni. Meglio averne qualcuno in più ma con pesi e dimensioni ridotte. La tua schiena, alla lunga, ti ringrazierà.
La regola da seguire è questa: gli oggetti più piccoli nelle confezioni più grandi e quelli più grandi nelle scatole più piccole. In questo modo avrai sempre pesi trasportabili.
Per evitare di impazzire, numera e suddivisi per ogni stanza gli scatoloni. Una volta chiusi con il nastro adesivo, attacca sulla scatola un’etichetta e scrivici a quale stanza appartiene: “scatola cucina”, “scatola soggiorno”, “scatola camera da letto” e così via. Una volta scaricate le scatole, con questo metodo riuscirai a posizionare in poco tempo tutti gli scatoloni nelle stanze giuste.
Un ultimo accorgimento: cerca sempre di inscatolare insieme tutte le parti e le coppie di cose, in modo da ritrovarle con facilità.

Cosa fare con gli oggetti fragili
Per le cose più fragili, come quelle in vetro e in porcellana, è sempre meglio ricorrere al pluriboll: le bolle d’aria eviteranno il contatto fra gli oggetti e, quindi, il pericolo di rottura sarà scongiurato. Ogni oggetto deve essere ben avvolto nella plastica: è importante non lasciare parti scoperte. Una volta avvolto, fissa il foglio di pluriboll con del nastro adesivo. A questo punto puoi riporre tutti gli oggetti nello scatolone, avendo cura che siano ben vicini fra loro. Se avanza dello spazio vuoto, riempilo con della carta da giornale.

La Ricetta
 
Ogni giorno una ricetta diversa, per creare menù semplici ed appetitosi.
 
     

  Altri Siti  
 
 

 
     

  L'Oroscopo  
 

Nuovo tutti i giorni, in collaborazione con Oroscopofree.

 
 


 

  I Cinema  
 

Tutti i cinema delle province di Parma e Piacenza.


 
 


 

 

Web Design by Cities Web ©
All rights reserved Cities Web 2001.